Carrello

il tuo carrello è vuoto

Articolo: Mustang in pista - Uno sguardo alle Mustang nel Motorsport

Mustang in pista - Uno sguardo alle Mustang nel Motorsport
News

Mustang in pista - Uno sguardo alle Mustang nel Motorsport

Mustangs on Track – Come il Pony galoppava, diventava zoppo e poi imparava di nuovo a correre!

 

1. Gli inizi di una leggenda!

Quando la Mustang fu lanciata nel 1964 fu un enorme successo sia in termini di appeal popolare che di vendite, ma anche come base per un certo signor (non signora!) Carroll Shelby per innestare alcune conoscenze sugli sport motoristici che aveva acquisito dalla sua carriera agonistica e la sua fama dal progetto AC Cobra dove ha collaborato con il produttore britannico AC e Ford per creare un'auto che è diventata una leggenda. Il progetto AC Cobra ha acceso il suo rapporto con l'Ovale blu e ha anche lavorato al progetto GT40 Le Mans mentre Ford cercava di metterne uno sulla Ferrari ..

Sotto: Ken Miles guida una Shelby Cobra in pista. Foto per gentile concessione di Jim Culp.

Ken Miles guida una Shelby Cobra in pista - Foto di Jim CulpShelby ha trovato rapidamente i suoi piedi quando Ford gli ha chiesto di respirare sulla loro nuova auto Pony, e il risultato è stato il famoso Shelby GT350. La versione da corsa, la GT350R, è stata prodotta in piccoli numeri con solo 34 esemplari costruiti, specificamente per l'uso da competizione secondo le regole SCCA, e il modello è stato il campione di B-Production per tre anni consecutivi. Lo stang era attivo e funzionante! Tuttavia, la tendenza all'epoca significava che le auto diventavano sempre più pesanti, più lussuose e meno "audaci". Le GT1969 e GT350 del 500 erano in gran parte modifiche stilistiche a una Mustang di serie. Inoltre nel 1969 Carroll Shelby non era più coinvolto nel programma Shelby GT e il progetto fu realizzato internamente da Ford. Dopo questo periodo il nome Shelby divenne collegato a Mustang da strada ad alta potenza come la GT500 ma non con Motorsports.

Sotto: Shelby 1965 GT350 in pista: foto per gentile concessione di Jim Culp

Shelby Gt350 in pista. L'inizio della storia delle corse Mustang! Foto Jim Culp

Ogni buona storia di Ford ha bisogno di un cattivo, e mentre il Fiesta può avere la Corsa, la Mustang ha sempre avuto la Camaro, che fu lanciata nel 67 sulla scia del successo delle Mustang (come vedete la Camaro è rimasta indietro fin dall'inizio!). La rivalità continuò in pista e Ford svelò il prossimo leggendario nome Mustang sotto forma di Boss 1969 (Hi-Po) del 70-302, un motore creato nel 1968 per la serie di corse su strada Trans-Am del 1969 della SCCA, nel tentativo di meglio la nuova rampante Camaro. La BOSS 302 è stata accompagnata da un altro nome leggendario degli annali della Mustang, Parnelli Jones, che ha guidato l'auto della serie Boss 302 Trans Am alla vittoria nella Serie 1969, che sarebbe stato l'ultimo titolo della Ford Mustang per un bel po' di tempo! Il lato positivo è che non è stata la Camaro a prendere gli allori in seguito, ma AMC Javelins.

In quanto tale, la 69 si è rivelata una vera fine di un'era per il successo della Ford Mustang, sia in pista che negli showroom. Le auto sono diventate più grandi, più lussuose e, cosa più importante, molto più lente. Man mano che le auto rallentavano, anche le vendite rallentavano e durante gli anni '70 e l'inizio degli anni '80 varie idee furono provate e fallirono per suscitare una reazione positiva da parte del pubblico e in pista. Roush e tedesco tuner Zakspeed (di Capri fame) sono stati riuniti da Ford per provare a creare una sorta di successo nelle corse con il nome Mustang in auto da corsa appositamente costruite come Mustang GTP e Mustang Maxum GTP nella serie IMSA, ma i programmi sono stati considerati un fallimento da Ford e fallirono per rilanciare il marchio Mustang in declino. Si diceva che il presidente della Ford Lee Iacocca fosse disperato: "Il mercato della Mustang non ci ha mai lasciato, l'abbiamo lasciato ..."

Sotto: "Mustang" Maxum GTP (foto Lothar Spurzem)

2. Rinascita di una leggenda!

Tuttavia, proprio alla fine della vita delle piattaforme Fox Body, Ford SVT (Special Vehicle Team) ha cercato di far risorgere la Mustang in pista con un ritorno alle sue radici; corse di auto sportive basate su offerte speciali di omologazione che il pubblico poteva acquistare e collaborando con una nuova tuner sulla scena - Steeda, e insieme hanno riportato la Mustang nella cerchia dei vincitori.

Steeda è stata fondata da Dario Orlando, un pilota da corsa e qualcuno che è cresciuto con il blu Ford che gli scorreva nelle vene. Suo nonno ha iniziato a lavorare per Ford appena 7 anni dopo la fondazione di Henry, e suo padre Domenico Orlando era un designer di Ford che ha partecipato al lancio della GT40 e della Mustang originale. Le credenziali di gara di Dario sono state presto raccolte anche da Ford, ed è stato reclutato per aiutare a finalizzare la configurazione delle sospensioni per la Merkur XR4i Sierra, prima di passare a Steeda per cercare di portare la sua conoscenza della gara e il suo background ingegneristico sulla Mustang.

Steeda ha lavorato al piano di Ford per riportare il successo nelle corse con la Cobra R, una versione derivata da gara prima della piattaforma del corpo Fox "Cobra" stessa una variante ad alte prestazioni del modello base. La versione R (per Race ovviamente!) è stata sviluppata da Ford SVT come Road Racing Homologation special e ne sono state prodotte solo 107 versioni.

Sotto: Dario accanto a un'auto da corsa Cobra R Steeda "Fox Body". La Mustang è finalmente tornata a vincere dopo più di 20 anni!

Steeda "Fox Body" Cobra R Race Car con Dario Orlando
Una Steeda Cobra R del 1993 è stata la prima Cobra R a vincere una gara in competizione e ha dimostrato che una Mustang preparata da Steeda poteva essere competitiva in un evento di livello mondiale. Steeda e Ford SVT hanno avviato una collaborazione insieme per lo sviluppo del programma Cobra R del 1995, che avrebbe utilizzato la nuova piattaforma SN95 e avrebbe portato le cose su un altro livello per le 250 R che dovevano essere prodotte. Hanno preso la conoscenza della gara che Steeda ha acquisito con la campagna del programma Cobra R del 1993 e hanno aggiunto varie modifiche e cambiamenti di Steeda alla nuova piattaforma. Inoltre, Steeda ha collaborato a una speciale cella a combustibile da 21 galloni per la Cobra R che le ha permesso di essere più competitiva in condizioni di gara. La collaborazione si è rivelata un successo poiché una Steeda Cobra R ha ottenuto la prima pole position in assoluto da una Mustang all'evento IMSA Daytona e poi, al Texas Motor Speedway, la Steeda Cobra R ha vinto la prima gara IMSA per il team Ford Mustang dai tempi di Jerry Titus vinto a Daytona nel 1968.

Sotto: il fondatore di Steeda Dario Orlando in modalità Race Team Boss con Steeda SN95 Cobra R

Il fondatore di Steeda Dario Orlando con l'auto da corsa Steeda SN95 Cobra R vincente in gara
La Steeda Cobra R si è comportata in modo impeccabile durante la gara e alla fine dell'estenuante durata di 6 ore è riuscita a doppiare il campo due volte: un enorme margine di vittoria. La Steeda Cobra R è stata dominante nella stagione 1996 e, per mostrare l'impatto che ha avuto la Steeda, ha vinto il campionato e ha vinto più punti di TUTTE LE ALTRE Mustang messe insieme…. Questo successo nelle corse è stato ciò su cui Steeda ha costruito la propria reputazione e ha ulteriormente rafforzato la cooperazione e l'alleanza con Ford. Dopo tutto a chi non piace vincere?

Questa collaborazione è stata formalmente riconosciuta da Ford nel 2000 quando Steeda è diventato il primo partner per Ford nel programma SEMA Technology Transfer, che ha dato a Steeda pieno accesso a tutti i dati CAD Ford e accesso ai modelli pre-rilascio su cui iniziare lo sviluppo. Ha inoltre consentito a Steeda di diventare la prima azienda in grado di offrire calibrazioni ECU "approvate da Ford" ai clienti tramite i concessionari Ford.

Roush aveva anche resuscitato la loro alleanza nel motorsport con Ford e Roush Racing aveva sviluppato e gestito negli anni '90 auto da corsa costruite appositamente basate su Mustang per correre nella serie TransAm aggiornata, e si era assicurata vittorie consecutive in 94,95,96 e 97, ma queste erano auto da corsa costruite appositamente da quando Ford e General Motors erano felici di buttare enormi soldi in auto da corsa per avere il sopravvento, piuttosto che qualcosa che assomigliasse a una vera Mustang. Roush ha portato avanti la tradizione delle corse di "massima serie", facendo anche una campagna in NASCAR sotto lo stendardo Mustang. Roush Performance è stata creata nel 1995 per iniziare a creare Mustang con badge Roush per capitalizzare il loro nome da corsa.
Il successo nel motorsport è continuato per tutta l'era SN95 e le auto equipaggiate con Steeda & Roush hanno collezionato vittorie dopo vittorie, e nel 2005 Ford ha lanciato la nuova Mustang S197 che ha davvero dato inizio all '"era moderna" delle Mustang.

3. L'inizio dell'era "moderna" del Mustang

Ford ha mostrato un'auto Steeda Q500 sul proprio stand al lancio del nuovo modello al Detroit Auto Show e il successo nelle corse è continuato con la S197. Nella "American Iron Series" del 2005, la Mustang equipaggiata con Steeda Autosports ha vinto 12 pole su 13 gare, ha conquistato il 1 ° posto 11 volte, è arrivata 2 ° una volta e ha ottenuto un 3 ° posto finale: un risultato straordinario per una nuova auto prima stagione.
Questo lungo periodo di rinato successo e collaborazione ha portato Ford a celebrare il 40° anniversario della Mustang assegnando 5 premi a "Legends of Mustang"; a Carroll Shelby, Steve Saleen, Jack Roush, Parnelli Jones e Dario Orlando.

Sotto: la Steeda Q20005R Concept del 500 preparata per Ford per il lancio della S197 al Detroit Auto Show.

Steeda 2005 Q500R Concept al lancio della S197 al Detroit Auto ShowNel corso della vita dei modelli S197, i veicoli Steeda hanno continuato a collezionare vittorie sia in pista che sulla pista di accelerazione, e la partnership con Ford ha continuato a svilupparsi, dando vita forse alla Ford S197 Mustang più famosa per colpire gli schermi, come l'auto dell'eroe in " The Need for Speed” un film d'azione celebrato forse non per la sua trama, ma perché non ha utilizzato CGI durante le riprese. Un totale di sette Mustang appositamente modificati per la guida rigorosa necessaria per il film sono stati costruiti tutti utilizzando modifiche alle sospensioni fornite da Steeda Autosports e il team Steeda ha collaborato con Ford per progettare lo stile unico del kit wide body per l'auto.

Sotto: Bisogno di velocità. Il Mustang come eroe di Hollywood!

Il modello S197 ha visto anche il ritorno del BOSS 302 prima che fosse sostituito nel 2015 con il nuovissimo modello "Global" S550, ed è quello di cui ora possiamo godere in Europa. A Steeda è stato nuovamente concesso l'accesso alle auto pre-rilascio e al momento del rilascio erano disponibili pacchetti completi, e il successo nel motorsport continua, con l'auto di sviluppo della pista Q20R numero 500 di Steeda che ha vinto il suo campionato regionale l'anno scorso e l'auto di sviluppo della striscia di trascinamento "Silver Bullet" stabilendo numerosi record mondiali l'anno scorso in quanto ha spinto la busta di ciò che puoi fare con un Mustang normalmente aspirato e imbullonato sui mod! Questo successo sulla pista è già stato replicato nel Regno Unito come un S550 equipaggiato con la Steeda”Stop The HopIl pacchetto e il cambio da corsa hanno vinto la coppa Santa Pod RWYB nel 2018 con un'altra Mustang equipaggiata con Steeda al 4 ° posto. Sono entrati in scena anche nuovi tipi di sport motoristici e la Mustang è andata di pari passo, con Vaughn Gittin jnr che ha aperto la strada alla Mustang nella scena del Drift, precedentemente dominata dalle auto giapponesi. Roush spinge ancora la Mustang in NASCAR quando anche la Ford vuole (come è stata la Mondeo per un po'!)

Sotto: Steeda VP Glen Vitale e il numero 20 S550 Road Racer con un bottino di trofei.

Sotto: Steeda "Silver Bullet" Record mondiale di auto da record pilotata dal capo della fabbrica Steeda Scott Boda.

Steeda World Record trascina Mustang il "Silver Bullet"

Custom Auto Fabrications Drift Mustang nel Regno Unito!

4. Il futuro del Mustang!

Nel 2023 Ford ha lanciato la nuovissima piattaforma S650, con un nuovissimo sottomarchio, il "Dark Horse", una pista focussed edizione speciale e una serie di piloti di omologazione chiavi in ​​mano da Ford Racing!

Gamma Ford S650 Racing 

Questo articolo è basato su un articolo che ho scritto per Fast Ford Magazine nel Regno Unito. Tutti gli errori sono miei, fatemelo sapere!

Leggi di più

Ford lancia la nuova Mustang S650 a Detroit. Le nostre prime riflessioni...
Eventi

Ford lancia la nuova Mustang S650 a Detroit. Le nostre prime riflessioni...

Bene, l'attesa è finita e Ford ha organizzato un grande evento globale per celebrare il lancio della nuovissima S650 Mustang al Motor Show di Detroit. La nuova pony car continuerà la lunga serie di Must...

Leggi di più
STEEDA SPONSORIZZA I NAZIONALI MUSTANG EUROPEI A SANTA POD! + ALTRE NOVITÀ EVENTO 2023
Eventi

STEEDA SPONSORIZZA I NAZIONALI MUSTANG EUROPEI A SANTA POD! + ALTRE NOVITÀ EVENTO 2023

Il 2023 promette di essere un GRANDE anno per Steeda nel Regno Unito e in Europa con GRANDI novità, GRANDI macchine e GRANDI eventi a cui partecipare. Se ti piacciono le gare di resistenza, stiamo sponsorizzando l'evento europeo Mustang Nationals che si tiene...

Leggi di più